Piano Marketing, la struttura

Struttura del piano marketing

1) Sommario:
- riassunto obiettivi prefissati dall'azienda e strategia presentate nel piano indice della presentazione

2) Analisi:
- interne ( elencare i punti di forza e debolezza dellazienda)
- esterne ( situazione del mercato. Concorrenza, clienti, ecc..)

Riferite al:
- passato (valutazione quote di mercato, analisi del target clientela, ecc..)
- futuro (situazione socio-economica, abitudini ed apsettative dei consumatori,ecc)

Orientamento alla direzione (si tratta degli input dalla direzione in merito alle prospettive economiche, gli obiettivi sperati, gli investimenti necessari, le risorse disponibili, ecc..)

Situazione attuale di marketing:
- dimensione ed andamento del mercato di riferimento
- andamento (trend) delle vendite
- prezzi dei prodotti e servizi e loro marginalità
- analisi della concorrenza
- posizionamento aziendale sul mercato
- situazione della distribuzione

Inserire icona freccia centrale

si analizzano quindi i problemi che devono essere fronteggiati, le debolezze ed i punti di forza rispetto alla concorrenza.

Prospettive

presupposti ed ipotesi sull'andamento del mercato (generale e di riferimento)
analisi strategie della concorrenza
Inserire icona freccia centrale
valutazione difficoltà ed opportunità.

3) Scelte delle strategie

Obiettivi del piano:
- conquista quote di mercato
- raggiungimento volume vendite e fatturato
- valutazione costi

Strategie di marketing:

- analisi e segmentazione del mercato
- scelta del target di riferimento
- obiettivi del posizionamento prodotto sul target
- elenco modalità operative di marketing scelte ( esempio: televisione, media, direct mailing, marketing mix....)

4) Programmi operativi

Indicazione degli obiettivi, programmazione delle attività strategiche scelte per ognuno dei o prodotti e/op servizi da posizionare sul mercato con analisi esplicativa dei prodotti e dl target di riferimento scelto.

5) Analisi economico Finanziaria

ll piano di marketing deve contenere una previsione verosimile di ricavi e di costi distribuiti nel tempo, queste previsioni sono strettamente legate ai volumi di vendita divisi anch’essi nel tempo. Il piano di marketing dovrà prevedere in modo dettagliato i ricavi, ma anche di tutti i costi che si sosterranno per il lancio e la gestione del progetto. Per le grandi aziende che vivono una realtà ricca di esperienze non è complesso effettuare stime attendibili dei costi di marketing, mentre tale attività può essere più complessa per le PMI. In tal modo sarà possibile indicare quando si raggiungerà il punto di pareggio o break even point che solitamente viene raggiunto dopo un cospicuo periodo di tempo durante il quale l’azienda è in perdita.

6) Controlli

Il raggiungimento del punto di pareggio non rappresenta però il recupero reale di tutti i costi realmente sostenuti, infatti il capitale investito nella proposta di un nuovo commercio e/o servizio ha sempre un costo iniziale (esempio se il capitale è stato reperito terzi farà si che si debbano corrispondere interessi,ecc..), quindi davranno seguire controlli semestrali ed annuali.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Rimani sempre aggiornato sulle novità di Indirizzi.it


Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy
Sì     No
Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy
Sì     No